Progetto di ricerca

Home / I ricercatori / IEO / Michela Lupia

MICHELA LUPIA

Nuove prospettive terapeutiche per il trattamento dei carcinomi ovarici

I carcinomi ovarici epiteliali rappresentano i più letali fra tutti i tumori ginecologici con un elevato tasso di recidive farmaco-resistenti dovute alla presenza di una sottopopolazione cellulare nella massa tumorale con caratteristiche staminali denominate cellule tumorali cancerose.
Nostri studi recenti hanno dimostrato per la prima volta il coinvolgimento funzionale di CD73 nelle principali proprietà biologiche delle OCSC, ovvero l’autorinnovamento e l’attività tumorigenica. Rimane ancora da chiarire il meccanismo molecolare con cui CD73 esplica la sua attività d9i driver delle OCSC.
Questo studio consentirà di svelare i meccanismi molecolari che sottendono al ruolo di CD73 nell’azione patogenica dell’OCSC chiarendo, quindi, importanti aspetti biologici della tumorigenesi ovarica e aprendo nuove prospettive terapeutiche per il trattamento del tumore ovarico.

Questo progetto si propone di analizzare il profilo delle proteine nelle cellule staminali del carcinoma ovarico, osservando come l’inibizione di una di loro, CD73 appunto, comporti l’arresto della proliferazione delle cellule staminali tumorali. Il cancro, in altre parole, smette di crescere. 
Grazie ad una Borsa di Studio della Fondazione IEO-CCM posso continuare il mio lavoro all’interno dei laboratori dell’Istituto Europeo di Oncologia, per aiutare le donne che devono affrontare una diagnosi di tumore.

Michela Lupia, ricercatore IEO